giovedì 10 ottobre 2013

Breaking Bad THE END + Piccola riflessione sulla serie...

ALE: Edgar calmati
EDGAR: COL CAZZO!
ALE: No davvero, Edgar devi tranquillizzarti
EDGAR: NO PORCA TROIA!!! NO!!!
ALE: EDGAR!
EDGAR: FOTTITI!!!!
ALE: Non posso sedarti!
EDGAR: DAMMI DEL FOTTUTO METADONE!!!
ALE: È passata una sola settimana, cosa succederà tra un mese!?
EDGAR: DATEMENE ANCORA! ANCORA!! Era così perfetta, era un piacere unico, ti dava i brividi ogni volta e adesso è finita...
ALE: Scusate! Non avevo previsto una cosa del genere!
EDGAR: Adesso mi sfregio la faccia! ADESSO MI SFREGIO LA FACCIA!!!!
ALE: TU NON HAI UNA FOTTUTA FACCIA!! Allora, i fatti sono questi: una settimana fa come ben sapete, è finita una delle serie più belle della storia della Tìvì
EDGAR: Yo, BREAKING BAD, BITCH!!!

Poun pon pon pon pooooun poun pouuun 
ALE: Edgar? Ti sei tranquillizzato un secondo?
EDGAR: ...
ALE: Edgar?
EDGAR: Smettila di chiamarmi così!
ALE: E come ti dovrei chiamare?!
EDGAR: Lo sai bene! 
ALE: Non lo so!
EDGAR: Come no? Forza... pensaci un attimo, siamo in tema Breaking Bad. Dai solo per questa recensione!!
ALE: No, questa pagliacciata non la faccio!
EDGAR: Daiii, non fare il cagacazzo! Sciogliti un po'! Ora, dì il mio nome
ALE: NO!
EDGAR: Anzi, facciamolo in inglese: è più figo!
ALE: NO!
EDGAR: SAY MY NAME
ALE: Edgar, ho detto di no! Smettila
EDGAR: Say my name
ALE: ...Heisenberg
You're goddamn right
HEISENBERG: Ora possiamo iniziare,
ALE: Premessa: nella presentazione del blog avevamo menzionato solamente il Cinema. Però ci sembrava doveroso spendere due parole per una serie tv che in sole cinque stagione è riuscita ad influenzare così tanto il modo di "fare spettacolo" e sopratutto ha mostrato come il confine fra Cinema e Televisione stia diventando sempre più labile
HEISENBERG: O più semplicemente perché questo è il nostro blog e ci piace fare un po' come cazzo ci pare
ALE: E-ecco
HEISENBERG: DUNQUE! Breaking Bad è finito, cosa possiamo dire?
ALE: Direi che è stato un ottimo finale o no?
HEISENBERG: Decisamente! Il finale più ovvio ma che, al contempo, nessuno si sarebbe aspettato
ALE: Sì! Tutti (noi compresi) si facevano un migliaio di complessi per capire cosa avrebbe tirato fuori dal cappello Vince Gilligan

SPOILER *** SPOILER *** SPOILER ***






HEISENBERG: BrBa è finito nell'unica maniera in cui poteva finire
ALE: Walt muore
HEISENBERG: Per forza! Era chiaro fin dalla prima puntata: "Lung cancer, inoperable", Walter era destinato a morire per mano del cancro o per i guai in cui si sarebbe cacciato  a causa del suo nuovo lavoro.
ALE: Ma come muore? Da vincitore
HEISENBERG: Esatto, Walt ha vinto ancora e questa volta per sempre!
ALE: Ricorda tantissimo "Face Off", il finale della quarta stagione; con quell'ultima frase, liberatoria: "I won" 
HEISENBERG: Sicuramente qualche babbo di minchia dirà "Ma kome fa ad havere vinto Walt se e morto!!!!11!1!!???"
ALE: Semplice
HEISENBERG: Walt ha ottenuto tutto quello che voleva
ALE: I soldi arriveranno comunque alla sua famiglia
HEISENBERG: E QUEI DUE FIGLI DELLA MERDA DEGLI SCHWARTZ SI SONO PRESI UN INFARTO CHE SENTIVO IL LORO CUORE DA DIETRO LO SCHERMO!!!
ALE: La sua metanfetamina blu! 
HEISENBERG: Todd è kaput! Jesse è partito verso il set di Need for Speed! Chi è il Cuoco allora?
ALE: Heisenberg
HEISENBERG: Dimmi
ALE: No, intendo Heisenberg
HEISENBERG: Eh
ALE: IL CUOCO È HEISENBERG! SE I DUE TIZI  CHE CUCINAVANO NON CI SONO PIÙ L'ULTIMO RIMASTO È HEISENBERG! I famosi cristalli blu resteranno quindi figli del loro papà
HEISENBERG: Il Signore della Metanfetamina
ALE: Si è preso la sua rivincita sui nazisti
HEISENBERG: TUTTI MORTI!! Ricordate: i Nazisti che muoiono sono la cosa più bella da vedere sia in televisione che nella realtà.
ALE: E alla fine Walt vince sul cancro e sulla polizia
HEISENBERG: Esatto! Lui non si lascia prendere vivo da nessuno dei due
ALE: "Live free or die" recita la targa dell'auto (come il primo episodio della quinta stagione), Walt è cosciente che non riavrà mai più la libertà
HEISENBERG: e quindi fotte tutti! Raggiungendo Hank, Mike e Gus a Belize
ALE: "Felina" non sarà di certo un episodio emozionante come Ozymandias o Granite State ma anche qui abbiamo spazio per i sentimenti
HEISENBERG: L'addio a Skyler, durante il quale assistiamo finalmente alla confessione: I did it for me. I like it. I was good at it, ha sempre fatto tutto per sè stesso.
ALE: Quello era Heisenberg "the cook, the man who killed Gus Fring, the Lord of Meth" non Walt "the family man"
HEISENBERG: L'addio ai figli, nel caso di Holly delle carezze durante il sonno della piccola
ALE: Per Walter Jr aka Flynn, il semplice osservarlo per l'ultima volta da lontano e nascosto dietro ad una finestra
HEISENBERG: Tutto in uno straziante silenzio
ALE: L'addio a Jesse; un cenno col capo, un semplice sguardo d'intesa. 
HEISENBERG: Forse anche Jesse ha vinto
ALE: Libero dai Nazisti e da quel legame che lo teneva stretto al suo padre adottivo!
HEISENBERG: Una meravigliosa scena finale chiude il sipario su Breaking Bad, Heisenberg (o Walt) gira per l'ultima volta nel laboratorio, con un sorriso sereno, tenero; come quello di un bambino a Natale.
ALE: Accarezza per l'ultima volta i suoi giocattoli
HEISENBERG: Non si cura nemmeno della Polizia che vediamo in lontananza
ALE: o della ferita mortale al fianco
HEISENBERG: Addio Mr. White! Addio Heisenberg!
ALE: Il Re è morto con onore: caduto in battaglia ma vittorioso 
EDGAR: e Baby Blue dei Badfingers è perfetta
ALE: Sembrerò banale ma Walter White è il personaggio che più amo
EDGAR: CAPITAN OVVIO!
ALE: No a parte gli scherzi, pensaci: un uomo che stato preso a calci nel culo dalla vita in tutti i modi, arrivato a raschiare il fondo, la cui vita è avvolta nella mediocrità IMPROVVISAMENTE si sveglia! Diventa un'altra persona, come può essersi trasformato in Heisenberg? Può un essere umano comune diventare un tale genio "criminale"
EDGAR: Walt non lo è diventato!
ALE: Come?
EDGAR: Walt È SEMPRE STATO Heisenberg! Solo che non lo sapeva
ALE: Dici?
EDGAR: Se c'è una cosa BrBa insegna è che un Heisenberg si nasconde dentro ognuno di noi
ALE: Quindi in conclusione: cosa si può dire di BrBa?
EDGARD: Tutto quello che dovrebbe essere una serie TV lo si può trovare in BrBa
ALE: Regia
EDGAR: Non ha nulla da invidiare a quella Cinematografica
ALE: Interpretazioni
EDGAR: Attori grandiosi, tutti, nessuno escluso.
ALE: Sceneggiatura
EDGAR: Vince Gilligan si è dimostrato uno dei migliori autori televisivi in circolazione
ALE: Sono poche le serie scritte COSÌ BENE!
EDGAR: Nulla è lasciato al caso
ALE: Dialoghi
EDGAR: Personaggi
ALE: Situazioni
EDGAR: Tutto sembra guidato dalla penna di Dio.
ALE: Ci dice così addio Breaking Bad
EDGAR: Ma sai cosa? 
ALE: Dica
EDGAR: Adesso che Breaking Bad non c'è più che cazzo  mi guardo?!

Voto 
5 / 5

BETTER CALL SAUL!

2 commenti:

  1. quoto tutto...e in culo a quelli che trovano, come il buon (per dire) Oliver Stone, tutti i punti di imprecisione della sceneggiatura (dall'M60 che becca tutti, alla ricina che dovrebbe non funzionare se scaldata, alla tracciabilità di Walt dal newhampshire ad Albuquerque, o al fatto che trova le chiavi nell'aletta parasole)....se non vi piacciono questo tipo di storie guardatevi i documentari, frantumacoglioni...che poi magari glii gustano film come blingring, dove la gente lascia parcheggiate le jaguar aperte con dentro le borse piene!!! comunque tornando al meraviglioso ed orgasmico BB direi che è la migliore serie fin ora vista, battendo, di poco Lost, solo perché quest'ultima l'hanno tirata troppo per le lunghe (un altro punto a favore di BB e la corretta longevità, non hanno esagerato, è perfetta anche nella lunghezza...a parte il dividere la 5 serie, ma giusto per durare un pò di più e fare più ascolti, tra pubblicità e altre puttanate)

    RispondiElimina