domenica 20 aprile 2014

TRANSCENDENCE - di Wally Pfister

ALE: Sono passate quasi tre settimane
EDGAR: E quindi?
ALE: Non puoi lamentarti che nessuno ci legge
EDGAR: Sono tutti degli stronzi punto
ALE: No, siamo dei cretini noi che non sappiamo gestirci
EDGAR: Che si fottano... ehi salve!

TRANSCENDENCE
(ovvero Her in andropausa)


ALE: Come affrettare il tema del rapporto uomo-tecnologia
EDGAR: Ci aveva già provato Spike Jonze, con un ottimo risultato oltretutto
ALE: Questa volta è il turno di Wall-E Pfister, braccio destro di Nolan
EDGAR: sticazzi...
ALE: Tutto inizia con delle buone premesse: fino a dove l'uomo riuscirà a controllare la tecnologia e sé stesso?
EDGAR: Una bel punto di partenza per la costruzione di una pellicola sci-fi non banale


ALE: Ok! Bene dai! Ci siamo! 
EDGAR: L'inizio è figo, ci sono i terroristi anti-tecnologici e Johnny Depp a 'sto giro non ha un cappello del cazzo
ALE: GRANDI! Ora è un super-computer chissà quali cosa cervellotiche farà! 

poco dopo

EDGAR: Cazzo è 'sta baracconata?


ALE: Bravo! Si è offeso
EDGAR: Io non lo accetto, davvero! Ci prendono per il culo!
ALE: Ma che t'aspettavi scusa?!
EDGAR: Non saprei! Qualcosa di decente almeno
ALE: Ok ti capisco però
EDGAR: No, taci! Ascolta me! È un'enorme stronzata questo film; la classica parabola sui pericoli della tecnologia e dell'uso che ne si fa
ALE: Io non arriverei a definirlo "enorme stronzata", è una chiavica questo si... ma le stronzate sono altre su
EDGAR: La definisco stronzata perché aveva il potenziale per essere un buon film e invece hanno buttato tutto in vacca per fare il solito action cazzoso
ALE: Tra l'altro, escludendo i primi 10/15 minuti il resto è di una noia mortale
EDGAR: Esatto! Storiella romantica con un paio d'esplosioni, ma che diavolo! Cosa gli costava sviluppare un po' quell'abbozzo di trama invece di trasformale nel clone storpio di Her/Terminator. 
ALE: C'è però un piccolo aspetto che hai trascurato: la Trascendenza del film è un processo attraverso il quale l'uomo cerca di mettersi nei panni di Dio, direi che è un tema importante
EDGAR: Che è stato appiccicato lì allo schermo per dare un'idea di "profondità" senza che venga approfondito, estrapolato, esaminato. Non basta mettere cose a caso e aspettare che facciano loro il film. Hanno lavorato al film con molta superficialità 
ALE: In effetti non comunica niente, finito il film speri solo di uscire dalla prima che il tuo corpo si ribelli per la noia

"No Morgan ti giuro, dal trailer sembra una figata..."
"Mah... a me pare na strunzata"

EDGAR: C'è poco da dire su questo "esordio" alla regia per Pfister
ALE: Non è BRUTTO di per sé 
EDGAR: È semplicemente inutile o per dirla tutta piatto che è la cosa peggiore per un film
ALE:Una pellicola bella o brutta che sia riesce a lasciarti qualcosa, perché in maniera negativa o positiva questa ti tocca dentro 
EDGAR: Transcendence questo non lo fa
ALE: Non intriga
EDGAR: Non emoziona
ALE: Ma sopratutto non coinvolge e annoia
EDGAR: Hai la sensazione di aver letteralmente sprecato 110 minuti della vita a guardare il vuoto, come una stripper senza tette

Voto:
Diciamo che i due buccheri di rosso e lo spumante al buffet pre-film hanno aiutato ad alleviare la noia

2 commenti:

  1. Già mi ispirava poco, ma la curiosità era aumentata a vedere Nolan fra i produttori. Però se mi dite così è difficile ritrovare il poco entusiasmo che rimaneva...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. EDGAR: Naaaah... usa quei 6/7€ per qualcosa di più costruttivo, compra dei preservativi magari

      Elimina