lunedì 13 ottobre 2014

BOXTROLLS: Le scatole magiche - di Anthony Stacchi e Graham Annable

ALE: Noi AMIAMO lo stop motion
EDGAR: ed "amare" è un eufemismo

BOXTROLLS
-Le scatole magiche-
(ovvero come mascherare un film serio)


EDGAR: Piccola parentesi, non ci sprecheremo in eventuali sinossi o cagosi riassunti di trama del film: avete le ditina per andare su Google e cercare tutte le informazioni che volete, il trailer e la recensione di qualcuno molto più serio di noi.



ALE: Questo è il primo film della Laika che vediamo, ma recupereremo Paranorman a giorni. Sappiamo "per sentito dire" che la casa di produzione è solita produrre film alquanto ambigui, in quanto si presentano come film per bambini ma con tematiche molto profonde e quanto mai attuali. Il primo teaser trailer, uscito qualche mese fa, ci colpì immediatamente
EDGAR: Sembrava promettere qualcosa di assolutamente geniale
ALE: Geniale... oddio no, cioè si! Mi aspettavo un gran film ma geniale forse è un po' troppo...
EDGAR: No? Il trailer di un film per bambini inizia dicendo "A volte c'è una madre, a volte c'è un padre, a volte ci sono due padri o due madri" ora, io non voglio fare lo spaccapalle ma se questo non è parlare di coppie omosessuali allora non chiamatemi più Edgar... spiega ai bambini di come sia normale avere due padri o due madri, se non è geniale questo! 
ALE: Ok, mi arrendo
EDGAR: NON VI È ALCUNA DIFFERENZA TRA DUE PADRI, DUE MADRI O MAMMA E PAPÀ! PREMIATE QUESTO FILM COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI!!! e poi c'è il tocco di classe; il villain che nel tempo libero si dedica al suo hobby preferito: fare la drag queen. SENTINELLE ALL'ERTA! SONO QUESTI I FILM CHE PLASMANO I BAMBINI E LI FANNO DIVENTARE RICCHIONI! ADINOLFI VUOLE LA MAMMA PERCHÈ È STATO CRESCIUTO DAI BOXTROLLS! E Alfano... vabbè Alfano è Pesce 

Dai cazzo sono uguali!
ALE: Oltre a questi temi, il film esplora elementi più legati all'infanzia come quelli legati al rapporto coi genitori; rapporti il più delle volte problematici dovuti alla presenza-non presenza, un po' come il padre di Winnie completamente disinteressato alla figlia
EDGAR: Lo stesso Uovo è cresciuto senza genitori... se non fosse che è stato allevato dagli adorabili Boxtrolls
ALE: La paura del diverso è un'altra tematica molto importante: nonostante nessuno nel paese di Pontecacio abbia mia visto effettivamente i troll, credono tutti che siano mostri sanguinari e divoratori di bambini
Mostri sanguinari e divoratori di bambini
EDGAR: Tutti credono a quello che Archibald racconta, un po' come accade nei regimi totalitari... infatti c'è persino il coprifuoco, io li odio i nazisti dell'Illinois
ALE: A proposito di nazisti: probabilmente siamo gli unici ma durante la caccia notturna da parte della squadra anti-boxtroll ci sono subito tornati in mente i rastrellamenti nazisti nei ghetti ebrei. Questo per ritornare al discorso di tematiche adulte raccontate ai bambini con un tono leggero. 
EDGAR: E poi ci sono loro: i Boxtroll, queste simpaticissime creaturine che si esprimono a gargarismi sono contemporaneamente la spalla comica e colonna portante del film.
ALE: Di incomprensibili mostricciattoli ne abbiamo già visti, i minion di "Cattivissimo me" sono un esempio
EDGAR: Ma sono troooooppo belli! Totalmente innocui, geniali e incredibilmente affettuosi. Tant'è che sostituiscono le figura genitoriali di Uovo.


EDGAR: Quando si parla di Stop-Motion si finisce sempre a parlare di Tim Burton, manco l'avesse inventato lui!
ALE: Eppure Anthony Stacchi e Graham Annable si non scostano troppo dall'immaginario Burtoniano e questo trovo sia una pecca
EDGAR: Mi trovo in accordo con lei, Sir
ALE: L'atmosfera giocosa, allegra e super colorata del sottosuolo in contrapposizione con il grigiore del sopra-mondo, è un chiaro riferimento a "La sposa cadavere"
EDGAR: Anzi no! non sono d'accordo, non penso nemmeno che sia una pecca
ALE: ...
EDGAR: Siamo noi che riconduciamo un film ad un altro. "Nightmare before Christmas" o "Frankenweenie" sono i film in stop-motion di maggior successo e c'è sempre di mezzo Tim... ma che cazzo vuol dire questo? Non è che tutti i film fatti con questa tecnica vogliono copiarlo! Lo stop-motion è alla base dei cartoni animati, punto. Poi l'aspetto della differenza tra i due mondi non mi sembra nemmeno così rilevante semplicemente perché è ai dei fini della storia e se vogliamo dirla tutta, il sopramondo non c'entra un cazzo col mondo dei vivi de La Sposa Cadavere.
ALE: Oggi mi stupisci!
EDGAR: Dai vai a cagare pirla! Ah comunque il film è assolutamente adorabile, lo consigliamo vivamente ai bambini ma anche agli adulti... ai Ciellini, agli adinolfisti, alle sentinelle in piedi, ad Alfano, a Salvini e a tutta quella manica di coglioni come loro. Sapete perché? Il film ci insegna una cosa semplice, se volete anche infantile, ma fondamentale: non è mai troppo tardi per cambiare.

Voto:







PS Una volta terminato il film restate seduti, a metà circa dei titoli di coda c'è una gustosissima cosa che vi farà apprezzare ancora di più questa tecnica straordinaria

4 commenti:

  1. Adoro queste recensioni politicamente scorrette XD
    e adoro ance la stop-motion e questo film!

    RispondiElimina
  2. Pungente come sempre! Davvero un bel film. Giusto il discorso su Burton, Boxtrolls condivide solo la tecnica della stop-motion con Nightmare Before e La Sposa Cadavere.

    RispondiElimina