martedì 25 novembre 2014

DOCTOR WHO - 8ª stagione

ALE: Quasi un anno fa parlammo di un episodio particolare
EDGAR: Quello per i 50 anni di Doctor Who
ALE: Dopo tutto questo tempo torniamo a parlare dell'ultima stagione. ahinoi, appena conclusa
EDGAR: The question is:
ALE: Cosa ne pensiamo?

DOCTOR WHO
8ª stagione

EDGAR: Le aspettative erano parecchio alte
ALE: L'ottava stagione veniva definita l'alba di una nuova era... e tutto sommato è così
EDGAR: Moffat aveva messo le basi per tante cose belle
ALE: E possiamo dire che le speranze sono state ben riposte!
EDGAR: L'ottava stagione esce dall'anniversario per i 50 anni della serie e l'abbiamo trovata una sorta di "ritorno alle origini"
ALE: Ebbene sì! NewWho ha omaggiato a piene mani ClassicWho
EDGAR: Moffat ci ha regalato 12 gioiellini... ovvio, alcuni erano bellissimi ed altri lo erano un po' meno ma TUTTI si sono dimostrati ottimi episodi.
ALE: Questa volta nessuna puntata è stata divisa in due parti come erano soliti fare nelle precedenti stagioni
EDGAR: Fatta eccezione per il finale, ma quello era abbastanza ovvio
ALE: Forse è stato proprio questo aspetto che ha reso tutta la stagione molto veloce da seguire
EDGAR: Figa quanto ti capitavano gli episodi doppi e dovevi aspettare una settimana per vedere come andava a finire era la morte dell'anima.
ALE: In questo caso invece sono scivolati via, purtroppo
EDGAR: Ma non facciamo i piagnoni! Vediamo di tirare le fila di questa stagione

Il Dottore

ALE: Peter Capaldi interpreta il Dodicesimo Dottore
EDGAR: E non cagateci il cazzo con frasi tipo "NUU MA LUI E IL 14ESIMO!!!!1!11!" Lui è il numero 12 punto, non si contano le rigenerazioni... si contano i Dottori.
ALE: Fan di lunga data dello show, dopo aver indossato i panni di Caecilius in "The fires of Pompeii" questa volta è toccato a lui pilotare il TARDIS
EDGAR: E anche lì arrivano i cagacoglioni tipo "MA E TROPPO VEKKIO!!11" BRUTTA MERDA IDIOTA QUANTI CAZZO DI ANNI AVEVA HARTNELL QUANDO APPARÌ PER LA PRIMA VOLTA?!? ERANO TUTTI I VENTISEIENNI I DOTTORI DELLA SERIE CLASSICA EH?!?!
ALE: Edgar però devi darti una calmata ti verrà un infarto un giorno di questi
EDGAR: Basta che la finiscano... anyway, il Dottore di Capaldi è un personaggio mai visto ma che al contempo strizza l'occhio ad alcuni Dottori del passato; cupo, a tratti cinico, sarcastico e con un animo irruento, in una parola: grumpy. Potrebbe assomigliare a First, una sorta di nonno brontolone o Third con il suo sarcasmo pungente.
ALE: Dall'altro lato però abbiamo un personaggio molto passionale ed emotivo, in "Deep Breath" mentre parla col cyborg gli dice chiaramente che sarebbe disposto a tutto pur di proteggere gli umani
EDGAR: Questa caratteristica mi ha ricordato molto Nine, il suo essere quasi irascibile e vulcanico.
ALE: E poi è molto amletica questa incarnazione, fino all'ultimo episodio non ha idea di che persona sia. In quasi tutto l'episodio è ancora in fase di clero post-rigenerazione, solo alla fine della puntata riesce a schiarirsi le idee e a riprendere il controllo.  In "Into the Dalek" chiede persino a Clara "Am I a good man?" sappiamo bene che il suo passato è lastricato di episodi non proprio felici. 
EDGAR: Il Dottore sa che non potrà salvare sempre chiunque e questo lo fa incazzare come un cinghiale ferito
ALE: e il tormento interiore è reso benissimo da un Peter Capaldi straordinario 

Clara

EDGAR: Porca vacca! che stagione è stata per Clara!
ALE: La companion è stata importantissima, ha rubato la scena più volte al Dottore e Flatline ne è la prova
EDGAR: A tratti potrebbe sembrare un gattino attaccato ai coglioni ma v'invito a ripensare a Donna Noble: anche lei sembrava così, invece è diventata una delle compagne più amate.
ALE: Ammetto che si è perso un pochino il particolare della Ragazza Impossibile visto nella stagione precendente
EDGAR: Si in effetti hanno trasformato un po' il personaggio, non che ci sia dispiaciuta però ci è sembrato un salto troppo netto tra la settima e l'ottava stagione.
ALE: Si, sembrano due Clara diverse forse perché questa è un po' più strong dell'altra
EDGAR: A molti fan questa cosa ha irritato e non poco, perché sono rimasti alla concezione che la Companion in realtà sia una donzelletta perennemente in pericolo come quella scopa nel culo di Rose
ALE: La grandezze di questo personaggio è nel suo essere una Donna con una SUA vita al di fuori del Tardis; ha un lavoro e un fidanzato, è capace di amare, mentire e arrivare persino a tradire il suo migliore amico.
EDGAR: Non possiamo che ritenerci soddisfatti da questa versione 

Missy

ALE: Sherlock Holmes diceva "Una volta eliminato l'impossibile, quello che resta, per quanto sia improbabile, deve essere la verità. 
EDGAR: E in effetti è successo proprio questo
ALE: Decine e decine di teorie sulla sua identità e la verità era proprio sotto gli occhi di tutto
EDGAR: Che poi anche lì, alcuni dicevano che fosse River... figa ma svegliatevi! Cazzo avete nel cranio oltre alla merda?
ALE: No ma tranquillo, tu insulta tutti quanti senza problemi... tanto non ci becchiamo le segnalazioni
EDGAR: Che cazzo me ne frega, sono dei rincoglioniti punto. Anzi, siamo stati tutti un po' coglioni perché ci rifiutavamo di credere all'ovvio, anche se in realtà un incarnazione femminile del Maestro non è poi così scontata.
ALE: e poi tutti desideravano questo personaggio scritto da Moffat
EDGAR: Infatti è pazza come un cavallo ed è cattivissima, basti pensare alla morte di Osgood... crudelissima! brutto pezzo di merda di un Moff
ALE: Ecco, se dovessi trovarci una pecca potrei dire che avrei preferito che le dessero più spazio lungo tutto l'arco della stagione perché con lo svelamento si rischia di mettere troppa carne al fuoco
EDGAR: Anche secondo me! Però penso che questo sia un po' un problema del Maestro in sé, come personaggio... le sue comparse sono toccata e fuga ed è un peccato sprecare così un personaggio complesso oltretutto interpretato benissimo da Michelle Gomez, che poi chi cazz'è? L'hai mai vista? Ma vabbè... PRAFE TANTA

Gli episodi


ALE: Non era mia successo nella precedenti sette stagione che ci fosse una così lunga serie di episodi ben riusciti
EDGAR: Forse la 4^ e la 6^, ma come questa MAI! Tutti gli episodi sono eccellenti, alcuni molto buoni altri sfiorano la perfezione! Non c'è stato un episodio fuori posto
ALE: In assoluto "Listen" è il migliore di tutta la stagione sia per il lato tecnico che per i contenuti, nulla è lasciato al caso e poco importa se non vediamo in volto chi era sotto la coperta! Quello che importa è aver toccato con mano la fragilità del Dottore, perché nonostante tutto anche lui ha paura del buio; il discorso di Clara è semplicemente emozionantissimo e quasi ci fa capire che è grazie a lei se questa avventura è iniziata.


EDGAR: Questa volta Moffat si accostato molto allo sceneggiare di Davies
ALE: Si, ha un'impostazione classica con episodi apparentemente slegati tra loro ma con un filo conduttore invisibile che li unisce. Ci sono stati un paio di episodi meno buoni rispetto agli altri, ma ugualmente egregi come "Robots of Sherwood" e "The Caretaker"
EDGAR: Anche se la maggior parte li ho trovati entusiasmanti, su alcuni non avrei scommesso una lira e invece mi hanno piacevolmente sorpreso come "Time Heist" o "Kill the Moon".
ALE: Anche "Mummy on the Orient Express" è stato un episodio bellissimo secondo me
EDGAR: ma quello aveva già vinto il premio "Miglior episodio della Storia" prima ancora di uscire
ALE: Ma... come?
EDGAR: Dai! Una mummia... sull'Oriente Express... NELLO SPAZIO! Come fai a non amarlo?!


ALE: Il finale di stagione è stato qualcosa che ha fatto storcere il naso a molti
EDGAR: Inizialmente lo stato anche per noi, ammettiamolo! Siamo rimasti straniti da come si era conclusa la stagione però abbiamo cercato di capire perché
ALE: Tendenzialmente le ultime tre stagioni dell'Era Moffat si erano concluse con episodi al cardiopalma che colpivano lo spettatore con parecchie svolte, plot twist e wibbly wobbly timey wimey stuff. Qui invece si concentra in una puntata più lineare, atta a scoprire tutti gli altarini: per esempio, davvero il Maestro volevo tornare ad essere amico del Dottore regalandogli l'esercito più gigantorme dell'Universo?
EDGAR: Il finale più che sorprenderti vuole lasciarti con un po' di malinconia e con la morte nel cuore per Danny Pink a cui volevamo tutti bene (non raccontate palle lo so che tanto vi piaceva), per il Dottore che pieno di rabbia mista a disperazione prende a pugni la console del Tardis.
ALE: Quanto è straziante quella scena, convinto di aver trovato Gallifrey e invece si trova a davanti allo Spazio Profondo... e vuoto
EDGAR: Finiamo qui prima che ci mettiamo a piangere
ALE: L'Ottava stagione è quasi perfetta, non raggiunge i livelli di perfezione della 6^ ma poco ci manca
EDGAR: Diciamo che si mette al livello della 5^ e quindi ecco il voto che diamo alla stagione numero 8 sul nostro Time Lord preferito.

Voto:







Non so voi, ma io Nick Frost come Santa Claus non voglio perdermelo

Bonus: Voto per i singoli episodi (da 1 a 5)
1- Deep Breath: 4,5
2- Into the Dalek: 3,5
3- Robots of Sherwood: 3
4- Listen: 5
5- Time Heist: 4,5
6- The Caretaker: 3
7- Kill the Moon: 4
8- Mummy on the Orient Express: 5
9- Flatline: 4,5
10- In the forest of the night: 4
11- Dark Water: 5
12- Death in Heaven: 4,5

Nessun commento:

Posta un commento